Crea sito

L’italiano e l’arte di arrangiarsi

Noi italiani siamo bravissimi in quest’arte. È l’arte dell’arrangiarsi, del fai da te, del metterci una pezza in qualunque modo. E ormai, siamo così bravi a farlo che i legislatori stessi ci “legalizzano” a farlo, ma giustamente solo se non è il governo stesso a rimetterci. Mi riferisco alla recente legge che rende lecito lo sparare a un ladro che entra in casa. È la legalizzazione della repressa violenza di molta gente, che finalmente può sfogare i suoi istinti, dalla nonnina finta-indifesa al fascio che rammenta i tempi del Duce, e ovviamente tutti loro sarebbero fortunati se non riuscissero a spararsi addosso! Il punto è che:

arrangiarsi da soli è una prova del fallimento dello Stato.

L’italiano medio ne va forse fiero, crede di dimostrare ingegno e creatività. Sì, peccato che poi il paese non progredisce proprio per questo motivo! Gli esempi in cui siamo bravissimi ad arrangiarci sono tantissimi. Ne cito 3, giusto per esempio.

1) le ronde per combattere la criminalità;
2) l’evasione fiscale per combattere il fisco opprimente;
3) l’elemosina al senzatetto per avere la coscienza a posto aiutando gli altri.

Analizziamo. Le ronde fanno sentire i cittadini al sicuro perché qualcuno fa il lavoro dove manca lo Stato. Appunto. Non sarebbe meglio battersi perché le forze dell’ordine funzionino meglio? Ci credo che poi fanno la legge per sparare ai ladri. Mica fessi, eh. Visto che al cittadino piace così tanto arrangiarsi, diamogli il diritto di farlo, così in caserma ci saranno sempre più somari e carabinieri e poliziotti incapaci che non sanno fare il loro lavoro! Ovviamente libertà di arrangiarsi solo quando fa comodo, perché se uno evade fiscalmente… beh, lo Stato reagisce inasprendo il fisco, non allentandolo. Lo Stato ha lo scopo di rientrare nel SUO debito e non gli frega nulla di chi tiene famiglia. Tra l’altro, in molti danno per scontato che è un diritto avere figli e certi lussi, confondendo i diritti con ciò che uno deve meritarsi o con ciò che uno dovrebbe avere solo se ne ha la capacità. Ad ogni modo, anche in questo caso, non sarebbe meglio evitare di eleggere chiunque non voglia supertassare i super ricchi, votando chi magari propone il reddito di cittadinanza? A quanto pare no, tanto per molti esistono ancora le vecchie e obsolete divisioni tra destra e sinistra. Sono poi convinto che spesso sia il più poveraccio ad essere apparente. Classico esempio quello di chi mangia pane e forse insalata (anche l’insalata ormai costa troppo!) perché ha appena “dovuto” comprare il SUV a rate (ovviamente, mi raccomando, lamentiamoci del caro benzina). Oppure di chi si lamenta della precarietà, ma poi fuma almeno un pacchetto di sigarette al giorno e al locale con gli amici “solo” una Coca Cola da 4 euro. Ma giustamente non possiamo ammettere di essere degli apparenti, così, quando ci capita, sganciamo l’euro al barbone per strada per metterci a posto la coscienza, un ulteriore caso dove, anche con le varie associazioni di volontariato, lo Stato se ne lava le mani e siamo noi cittadini a doverci mettere una pezza.

Insomma, l’arte di arrangiarsi mi sa tanto come la “furbizia” di chi marina la scuola perché non ha studiato, ma tanto prima o poi l’interrogazione se la deve comunque subire. Furbizia o stupidità? A volte i due stati si fondono, ma direi che prevalga la stupidità. Purtroppo l’arrangiarsi è una condizione cronica e grave del nostro paese, per cui è difficile riuscire a cambiare le cose in breve tempo. Ma per un’Italia migliore, l’italiano deve assolutamente imparare a usare il cervello, a essere coerente, ad avere spirito critico e ad essere cittadino attivo. Altrimenti non c’è speranza per il paese e qualunque politico arriverà si prenderà beffa di tutti noi, che sia un Berlusconi, un Renzi o un Salvini.

P.S. Ah sì, c’entra poco come tematica. Ma noi italiani siamo così bravi a fare da soli che provochiamo da soli pure il terrorismo. Mi riferisco agli episodi di Piazza San Carlo a Torino in occasione di Real Madrid-Juventus, dove migliaia di persone sono rimaste ferite per una qualche “burla” che ha generato allarme e provocato panico di massa. Ci credo che i terroristi ci lasciano stare… sigh, siamo bravi a fare da soli anche questo!

Il fallimento della giustizia italiana
I somari nazionali, perché siamo allo sbando

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.